01-slide piccola

FrancescoFerrante

L'incarico conferito all'autorevole esponente del mondo ambientalista rafforza l'impegno dell'azienda leader nel settore dell'efficienza energetica verso ricerca e innovazione, all'insegna della sostenibilità ambientale.

Menowatt Ge annuncia la nomina di Francesco Ferrante come presidente del Consiglio d'amministrazione. Una designazione coerente con l'accelerazione verso lo sviluppo di prodotti fortemente sostenibili per il settore dell'efficienza energetica e dello Smart Lighting.

 

Palermitano di nascita e romano d'adozione, il neopresidente Ferrante ha al suo attivo
decenni di attività nel campo della green economy e della sostenibilità, con incarichi di peso in diverse realtà italiane.
Per dodici anni direttore di Legambiente – tra il 1995 e il 2007 -, già fra i soci fondatori di Symbola, Fondazione per la Qualità italiane, e fra i promotori del Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica, Ferrante è dal 2009 è vicepresidente del Kyoto Club, l'organizzazione non profit attiva in tutti i campi della green economy nata dalle istanze del Protocollo di Kyoto.

"Sono molto contento e onorato – ha detto Ferrante – di potermi impegnare in prima persona nel consolidamento di una società che da sempre si contraddistingue nella ricerca e nell'innovazione e che già in questi anni ha dimostrato come le scelte in favore dell'ambiente, e in questo caso dell'efficienza energetica, sono anche quelle più lungimiranti per creare valore".

"La nomina di Francesco Ferrante da parte del nostro Consiglio d'Amministrazione - dichiara l'ad di Menowatt Ge, Adriano Maroni - ha una doppia valenza. Dare un segnale chiaro in merito al nostro ulteriore impegno nella ricerca e sviluppo nel settore dell'efficienza energetica, che ci portati a risultati competitivi anche a livello europeo, e attestare il nostro apprezzamento per la presenza di Legambiente nella compagine sociale. Il suo supporto ci ha ispirati nel trovare soluzioni innovative e realmente sostenibili, arrivando a realizzare servizi Smart City e Smart Metering che si possono attuare sia in grandi città che in piccoli borghi italiani, grazie agli impianti di pubblica illuminazione".

 

Grottammare (AP), 21 ottobre 2014