01-slide piccola

GIARDINI NAXOS 1Dopo un anno si fanno i primi calcoli

GIARDINI NAXOS – Sistema Dibawatt fa risparmiare sui costi della pubblica illuminazione

Il Sistema Dibawatt installato sull’impianto di illuminazione pubblica del Comune ha compiuto un anno. A fare un bilancio sui risultati e sui risparmi ottenuti nei dodici mesi è il Vicesindaco Carmelo Giardina, assessore alle Politiche Energetiche il quale dice: “Il sistema Dibawatt, ad un anno dall’installazione sull’impianto dell’ illuminazione pubblica, ha prodotto un consistente risparmio economico alla cassa del Comune di Giardini Naxos.  Siamo lieti di comunicare alla cittadinanza che, in esito al controllo effettuato sui consumi dell’energia elettrica dell’impianto di illuminazione pubblica da marzo 2016 (data di completamento dell’impianto Dibawatt) a marzo 2017, si è rilevato un considerevole risparmio sui consumi e sui costi della pubblica illuminazione, in aderenza a quanto dichiarato nel 2015, durante la prima fase dei lavori. Come affermato dall’ufficio ragioneria, in esito alla verifica annuale effettuata sulle bollette prima (da marzo 2013 a marzo 2014) e dopo l’intervento Dibawatt, il consumo dell’energia si è ridotto di un valore pari a KWh 209.268, che tradotto in termini economici vale euro 131.623,21. I’importante risparmio sul consumo e sui costi si è ottenuto principalmente grazie all’uso di una nuova tecnologia, e senza alcun investimento da parte del Comune, installando su 1.748 pali dell’illuminazione pubblica un innovativo alimentatore elettronico (Dibawatt). Del risparmio annuo conseguito in bolletta, una parte verrà impiegato, per cinque anni, quale soluzione di finanziamento leasing, mentre la parte restante confluirà nelle casse comunali. Dopo i cinque anni di leasing, tutto il risparmio sarà a totale appannaggio del Comune, quindi l’investimento si pagherà in cinque anni esclusivamente col risparmio in bolletta. Siamo soddisfatti di questo investimento, il cui merito principale va al dirigente pro tempore dell’UTC che ha iniziato il progetto. Inoltre, desideriamo portare a conoscenza che tale soluzione, stiamo generando un contributo fattivo alle politiche ambientali (risparmio di tonnellate di CO2) e notevoli benefici immediati e duraturi sul bilancio comunale (con minori impegni sulla voce di spesa corrente per circa 15 anni).”  (Com. stampa) pdfGIARDINI_NAXOS_Sistema_Dibawatt_fa_risparmio

Grottammare Via marcheMenowatt interviene per installare un semaforo a chiamata a Grottammare

IERI sono iniziati i lavori per riattivare l'impianto semaforico sulla Statale, all'in crocio  con  via Marche, in  zona  Ischia. L'intervento prevede una spesa di 15mila euro. L'attività è stata affidata alla ditta Menowatt Ge. Si tratta dell'istallazione di semafori a chiamata, che dovranno facilitare l'attraversamento dei  pedoni. Una questione di sicurezza che è stata richiesta dagli abitanti della zona durante le tradizionali assemblee di quartiere. Ricordiamo che quell’incrocio fu già regolato da una serie di semafori e l’esperienza non fu affatto positiva tanto che, complice un guasto alla centralina di gestione, fu sospeso il funzionamento degli stessi. Ora i semafori verranno riattivati ma, assicura l’amministrazione, solo a chiamata per i pedoni.pdfRDC_Menowatt_interviene_a_Grottammare.pdf

Allai-img001

Allai abbatte i consumi di illuminazione pubblica
Nuovo impianto in funzione

Ad Allai un impianto di illuminazione più efficiente, che annulla gli sprechi e consente di ridurre i consumi per una percentuale stimata del 66%. È il risultato dell’intervento di riqualificazione energetica voluto dall’amministrazione comunale e realizzato da Menowatt Ge, azienda attiva nella green economy.
L’intervento è stato realizzato sui 170 punti luce dell’impianto comunale. Il risparmio energetico è stato ottenuto grazie all’installazione di tecnologie Menowatt Ge che consentono di ottimizzare il funzionamento delle lampade di illuminazione esterna, gestendo in modo intelligente i bisogni energetici. Ipotizzando un periodo annuale di funzionamento pari a 4.200 ore, si stima che il consumo si ridurrà da 78mila KWh a 26mila KWh, con vantaggi anche dal punto di vista ambientale: il risparmio energetico equivale infatti a 30 tonnellate di CO2 l’anno non immesse nell’atmosfera.

“Un intervento che va nella direzione del rispetto ambientale e di una gestione responsabile delle casse comunali”, commenta il sindaco, Antonio Pili, “ il nuovo sistema consente di non disperdere energia e di abbassare notevolmente i consumi, recuperando l’investimento grazie ai risparmi in bolletta. Siamo intervenuti sull’esistente senza puntare a grossi stravolgimenti, ma guardando in primo luogo ai conti e all’efficacia degli interventi”.
“Oggi l’innovazione è vitale non solo nelle grandi città ma anche nei piccoli centri”, sottolinea Adriano Maroni, amministratore delegato dell’azienda Menowatt Ge, “dove questi nuovi sistemi sanno adattarsi alle esigenze di borghi e centri storici e contribuire ad uno sviluppo più razionale e più green”.

Martedì, 21 novembre 2017

pdfLa_Nuova_Sardegna_Allai_abbatte_i_consumi.pdf

pdfL'Unione_Sarda.pdf

pdfLA_NUOVA_Oristano.pdf

 

Paulilatino img002Riqualificazione per il sistema di illuminazione: meno costi e più salvaguardia ambientale     di Maria Antonietta Cossu (ed.web de La Nuova ed.Oristano)

PAULILATINO. Ha fatto un decisivo balzo in avanti l’iter amministrativo che attraverso un accordo di project financing permetterà all’amministrazione comunale di mettere mano a tutto il sistema di illuminazione urbana. Una società marchigiana si è candidata per realizzare l’intervento di riqualificazione dell’infrastruttura, che sarà a totale carico dell’appaltatore. Dall’investimento milionario ci si attende di massimizzare l’efficienza dell’infrastruttura, di abbattere i consumi energetici e di ridurre l’inquinamento luminoso, obiettivi che hanno influito sul voto unanime con cui maggioranza e opposizione hanno licenziato il piano preliminare approdato in aula consiliare lunedì.

Nella proposta presentata dalla Menowatt di Grottammare è prevista la sostituzione dei lampioni fatiscenti e di 852 corpi illuminanti con lampade al led, il rifacimento dei quadri elettrici e degli armadi stradali. Inoltre saranno installati nuovi punti luce nell’area archeologica di Santa Cristina e nelle vie Doria, Solferino, Piemonte, Lucifero, Verdi, Brunelleschi, San Martino, IV Novembre.

L’impianto sarà dotato di sistemi di telecontrollo e di regolazione del flusso luminoso, ma non sarà l’unica infrastruttura tecnologicamente avanzata. Il progetto, infatti, contempla qualcosa di simile anche sulla rete idrica. Con il servizio di Smart metering, 1540 contatori saranno sostituiti con dispositivi digitali che consentiranno di monitorare i consumi idrici delle singole utenze e di rilevare eventuali perdite, condizione che permetterà di intervenire in tempo reale sulle disfunzioni della rete.

La cura d’urto sull’impianto d’illuminazione urbana sarà perfezionata con un progetto esecutivo. Il piano della Menowatt sarà poi messo a bando e, se in quella fase si faranno avanti nuovi candidati, l’ente locale potrà affidare l’intervento alla società che formulerà l’offerta ritenuta più vantaggiosa. In base alla proposta attualmente in campo l’amministrazione comunale dovrebbe pagare il canone alla società che eseguirà la manutenzione sugli impianti per diciassette anni con i soldi risparmiati grazie alla partnership. I costi sostenuti dall’ente locale per i consumi e la manutenzione

si aggirano intorno ai 102mila euro all’anno, una voce di spesa che verrebbe coperta per il 50 per cento dalla società appaltatrice e per il 15% da un’assicurazione.

Al pari di altri Comuni anche Paulilatino trova in quella indicata dall’Unione Europea anche la sua strada.pdfPaulilatino_risparmia_su_energia_pubblica.pdf

lungomare roseto abruzziROSETO - La Giunta comunale di Roseto con una presa d'atto ha approvato la proposta di un nuovo project-financing sull'illuminazione pubblica che presto verrà  sottoposta in Consiglio per la dichiarazione di pubblica utilità e per l'approvazione del relativo progetto di fattibilità.
[....]La proposta presentata al Comune prevede investimento di 2miliori e 479 mila euro interamente finanziato con apporto di capitale privato. La società proponente è a Menowatt Ge Spa con sede a Grottammare. Interventi proposti sono finalizzati alla riqualificazione e messa a norma di specifiche porzioni della rete di illuminazione pubblica quali: sostituzione dei corpi lampada degli impianti di illuminazione presenti[..]

pdfIl_Resto_Del_Carlino_Teramo

 pdfIl_Centro_Teramo