01-slide piccola

Dlocandina-7.jpgai paesaggi della Regina Viarum, l’Appia Antica, al cuore della via francigena c’è un’Italia minore tutta da scoprire a piedi ripercorrendo i cammini storici e religiosi, le antiche vie della transumanza, i sentieri sterrati circondati da paesaggi mozzafiato e borghi unici, custodi del nostro patrimonio storico-artistico, naturale ed enogastronomico.

E’ quello che propone Legambiente nell’anno dei cammini indetto dal Mibact con Voler Bene all’Italia 2016, la festa dei piccoli comuni nel ponte del 2 giugno, proprio durante la Festa della Repubblica, per dar voce e spazio a quei territori minori che oggi rischiano di scomparire.

L’appuntamento centrale inizierà alle 9.30 con appuntamento al parcheggio sottostante l’eremo di San Bartolomeo in legio.

ore 9.30 Ritrovo al parcheggio dell’Eremo di San Bartolomeo in legio. Escursione all’Eremo di San Bartolomeo raggiungibile con un sentiero a piedi. Visita guidata all’Eremo di Santo Spirito. Possibilità di navette per spostarsi da un Eremo all‘altro.

ore 12.30 Saluti istituzionali alla presenza di Mario Mazzocca, Assessore Ambiente Regione Abruzzo, Oremo Di Nino, Direttore Parco della Majella, Alessandro D’Ascanio, Sindaco Roccamorice, Giuseppe Di Marco, Presidente Legambiente Abruzzo, Roberto Mattioli, Menowatt Ge Spa.

Pranzo nell’area pic-nic di fronte Santo Spirito con aperitivo con prodotti bio e vino biodinamico offerto da Legambiente e musica popolare.

ore 15.30 Mercatino con i prodotti delle aziende agricole locali.

ore 16.30 Visita guidata al borgo di Roccamorice e della chiesa parrocchiale di San Donato V.M. e al Centro D'Arte "A. Di Giovanni".

Le visite guidate sono a cura della Cooperativa Ripa Rossa, si ringrazia anche Italia Nostra per la collaborazione.

“L’obiettivo di Voler Bene all’Italia - dichiara Giuseppe Di Marco, presidente regionale di Legambiente - è infatti quello di riaccendere i riflettori su queste realtà, di ricordare il grande valore e le potenzialità che hanno, e di raccontare allo stesso tempo con i cammini della bellezza un turismo sostenibile e di qualità rispettoso dei paesaggi e delle identità locali e incentrato sulla mobilità dolce. Un tema quello del rilancio culturale dei cammini e della mobilità sostenibile ripreso anche dal Governo: il ministro della cultura Franceschini ha indetto l’Anno dei Cammini e nel Piano strategico per la Cultura e Turismo ha stanziato 60 milioni di euro per i cammini storici; mentre il ministro delle infrastrutture Delrio nell’ultima legge di stabilità ha stanziato 91 milioni di euro per lo sviluppo di alcune ciclovie, destinando 3 milioni allo sviluppo della rete dei cammini. Per questo è importante che l’Italia abbia il coraggio di scommettere sulla bellezza e la forza territoriale di queste realtà, perché significherebbe investire sul futuro. Per rivitalizzare e rilanciare questi borghi, oltre a partire dalle esperienze locali, occorre definire politiche e strategie ad hoc, attraverso ad esempio, progetti di rigenerazione urbana, di efficientemento energetico, di green economy e di turismo sostenibile per trasformarli in realtà smart e innovative”.

Proprio per rilanciare i piccoli comuni, Legambiente e le comunità locali hanno scritto una lettera al Presidente della Camera Laura Boldrini per chiedere che si definisca al più presto una strategia nazionale che metta al centro i territori dei piccoli comuni. In particolare nella lettera viene chiesto di affrontare con strumenti adeguati e moderni la manutenzione e la valorizzazione del territorio, di sbloccare la strategia per le green communities prevista nel collegato ambientale, e di puntare sulla generazione distribuita da rinnovabili e dal risparmio energetico diffuso. Per chi volesse aderire alla campagna di Voler Bene all’Italia c’è ancora tempo: basta andare sul sito www.piccolagrandeitalia.it, scaricare e compilare il modulo che si trova on line ed inviarlo.Per info: http://www.piccolagrandeitalia.it/

Voler Bene all’Italia è promossa da Legambiente con un vasto Comitato Promotore con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La campagna è sostenuta da Menowatt Ge: un'azienda innovativa con una filiera tutta italiana, attiva nel settore della pubblica illuminazione efficiente con integrazione di servizi smart city e smart metering, che permettono tagli alla bolletta energetica, riduzione degli sprechi e consumi razionali: un'opportunità concreta per Comuni più sostenibili.

C’èsan-leo-camminata-novafeltria.jpg un’Italia minore tutta da scoprire a piedi ripercorrendo i cammini storici e religiosi, le antiche vie della transumanza, i sentieri sterrati circondati da paesaggi mozzafiato e borghi unici, custodi del nostro patrimonio storico-artistico, naturale ed enogastronomico.

E’ quello che propone Legambiente nell’anno dei cammini indetto dal Mibact con Voler Bene all’Italia 2016, la festa dei piccoli comuni nel ponte del 2 giugno, proprio durante la Festa della Repubblica, per dar voce e spazio a quei territori minori che oggi rischiano di scomparire.

In Emilia-Romagna sono due gli appuntamenti principali, che unisco le terre del Grande Fiume ai paesaggi appenninici.

Il primo appuntamento il 2 giugno per la visita ai giardini storici di Roccabianca (PR), lungo il Po, con ritrovo alle 9:45 presso il Municipio. Il 5 giugno Voler Bene all’Italia proseguirà a San Leo (RN), con una passeggiata lungo il Cammino di San Francesco fino a Novafeltria. La giornata si chiuderà alle 17:30 con un dibattito sulla Rete Italiana dei Cammini, che vedrà intervenire tra gli altri Alessandra Bonfanti (Responsabile Mobilità Dolce Legambiente), Renzo Valloni (Presidente Comitato Scientifico Legambiente Emilia-Romagna), Paolo Piacentini (Mibact), Francesco Ferrante (Menowatt Ge), Liviana Zanetti (Presidente A.P.T. Emilia Romagna) e Massimo Gottifredi (Legacoop Turismo).

Il ComALATRI.jpgune di Alatri abbatte i consumi energetici nell’impianto d’illuminazione pubblica. L’amministrazione comunale ha stipulato un contratto Menowatt Ge, azienda attiva nella green e white economy con progetti e prodotti brevettati dedicati a questo settore, per la realizzazione di un intervento di efficientamento energetico.

Tale progetto, in fase avanzata di applicazione prevede l’installazione di apparecchiature elettroniche su ogni singolo lampione fatto che consentirà di ottimizzare il funzionamento delle lampade d’illuminazione esterna garantendo il risparmio gestendo in modo intelligente i bisogni energetici ed evitando sprechi e dispersioni . “I sistemi che sviluppiamo – sottolinea Adriano Maroni, amministratore delegato dell’azienda – contribuiscono ad uno sviluppo sostenibile e danno un supporto efficace alle politiche di risparmio degli enti locali. Per le amministrazioni pubbliche l’illuminazione esterna rappresenta una delle voci più gravose nel bilancio energetico e grazie a questi interventi, finanziati senza impegni di spesa ma attraverso le risorse risparmiate in bolletta, è possibile abbattere sensibilmente i consumi”.

Si è appena conclusa una fase di test sull’impianto di illuminazione per misurare l’impatto delle tecnologie Menowatt Ge sui consumi energetici: il risparmio stimato è pari al 37,9% (su base oraria) per un valore assoluto di 2,3 KWh; ipotizzando un periodo annuale di funzionamento pari a 4.200 ore, il risparmio atteso è pari a circa 9.660 KWh. Il test ha visto l’impiego di sistemi di misura, elaborazione e trasmissione dati che ha consentito all’amministrazione di monitorare consumi e risparmi energetici generati, consultandoli in tempo reale, in modo facile e accessibile, tramite un portale web. L’intervento di efficientamento energetico interesserà i 1.209 punti luce del sistema di illuminazione pubblica di Alatri.

Scarica su "Ciociaria Editoriale Oggi"

Scarica su "La Notizia H24.com"

Scarica su "TG24"

Scarica su "La Provincia"

Scarica su "Alatri on line"

Scarica su "Ciociaria Notizie"

Scarica su "Gente Comune"

 

Efficienza energetica, riduzione degli sprechi, reti intelligenti per telegestire tanti servizi razionalizzando i consu7901.jpgmi. Le buone pratiche di sostenibilità ambientale saranno protagoniste a “Voler Bene all’Italia” con Menowatt Ge, azienda attiva nella green e white economy che per il secondo anno è al fianco di Legambiente nella festa dei piccoli comuni.
La manifestazione, in programma dal 2 al 5 giugno in tante località, invita a scoprire quell’Italia minore che rischia di scomparire e che rappresenta un patrimonio inestimabile di ricchezze ambientali, paesaggistiche e culturali.
“Il rilancio dei piccoli centri ha bisogno di nuova tecnologia – commenta Adriano Maroni, amministratore delegato di Menowatt Ge - i principi di smart city, con nuovi sistemi per l’efficienza energetica e la gestione telecontrollata di tanti servizi, non sono applicabili solo alle grandi città ma anche e tanto più nei piccoli comuni, dove sistemi innovativi sostengono la qualità della vita e liberano risorse economiche preziose. A Voler Bene all’Italia racconteremo i tanti progetti realizzati sui territori e le ultime tecnologie che abbiamo sviluppato”.
Proprio i percorsi di innovazione che attraversano i territori saranno al centro di uno degli appuntamenti centrali della manifestazione: il convegno “La modernità dei piccoli comuni”, in programma il primo giugno a Roma nella sede dell’Anci; Menowatt Ge sarà inoltre presente nelle principali piazze di Voler Bene all’Italia e negli eventi di punta che si svolgeranno in tante regioni e che avranno il loro fulcro nelle Marche (www.piccolagrandeitalia.it).
Menowatt Ge porterà in particolare la sua vasta esperienza nel settore della pubblica illuminazione efficiente, con integrazione di servizi smart city e smart metering che permettono tagli alla bolletta energetica, riduzione degli sprechi e consumi razionali: un'opportunità concreta per Comuni più sostenibili. Tra gli ultimi importanti sviluppi della ricerca Menowatt Ge, la trasformazione del punto luce in un hub che riceve e trasmette informazioni per telegestire da remoto diversi servizi, tra cui la lettura dei consumi di acqua e gas e il monitoraggio del livello di inquinamento o del flusso del traffico. Ad oggi l’azienda ha realizzato interventi di efficientamento energetico in circa 400 comuni italiani, ottenendo una media nella riduzione dei consumi pari a circa il 45.

 

Scarica da "ImpresaGreen"

Dai p279838_legambientemarcheonlus_ralf.jpgaesaggi della via Lauretana ai nuovi percorsi del turismo nelle vallate marchigiane.

C’è un’Italia minore tutta da scoprire a piedi ripercorrendo i cammini storici e religiosi, le antiche vie della transumanza, i sentieri sterrati circondati da paesaggi mozzafiato e borghi unici, custodi del nostro patrimonio storico-artistico, naturale ed enogastronomico. Accanto a questi percorsi si fanno strada nuovi cammini che mettono in rete esperienze locali, tradizioni e nuove esigenze turistiche, come la ciclovia della Vallesina, che vuole unire il mare con le Grotte di Frasassi passando per le bellezze dei borghi della vallata, il percorso di Girovallando, che unisce i piccoli comuni della Valle dell’Aso alla scoperta delle tradizioni enogastromiche e le bellezze architettoniche locali, la rete dei quattro piccoli comuni che riparte dalla valorizzazione delle tradizioni artigianali locali in provincia di Macerata che hanno dato vita al progetto Terre di Artigiane, e il progetto Quadriciclo che vuole connettere, qualificare e generare opportunità di salvaguardia ambientale e valorizzazione economica, puntando sul turismo slow alla ricerca di identità e eccellenze.

In poche parole questi sono i “cammini della bellezza”, che Voler Bene all’Italia 2016, la festa dei piccoli comuni promossa da Legambiente insieme a un vasto comitato di associazioni e sostenuta da MenowattGe, proporrà come di consueto nel ponte del 2 giugno e particolarmente proprio nel giorno la Festa della Repubblica, dove saranno previsti tanti eventi “on the road”, con quello di punta proprio nelle nostre Marche, a San Ginesio.

Quello dei cammini della bellezza di Legambiente è un viaggio unico, che ben si inserisce nell’anno dei cammini indetto dal Mibact, e pensato per dar voce e spazio a quei territori minori che oggi rischiano di scomparire. L’obiettivo di Voler Bene all’Italia è quello di riaccendere i riflettori su queste realtà, di ricordare il grande valore e le potenzialità che hanno, e di raccontare allo stesso tempo, con i cammini della bellezza, un turismo sostenibile e di qualità, rispettoso dei paesaggi e delle identità locali ed incentrato sulla mobilità dolce. Un tema, quello del rilancio culturale dei cammini e della mobilità sostenibile, ripreso anche dal Governo: il ministro della cultura Franceschini ha indetto l’Anno dei Cammini, e nel Piano strategico per la Cultura e Turismo ha stanziato 60 milioni di euro per i cammini storici; mentre il ministro delle infrastrutture Delrio, nell’ultima legge di stabilità, ha stanziato 91 milioni di euro per lo sviluppo di alcune ciclovie, destinando 3 milioni allo sviluppo della rete dei cammini.

“I piccoli comuni – dichiara Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche - sono un patrimonio unico che non possiamo rischiare di perdere, rappresentano una parte identitaria fondamentale del nostro Paese e spesso racchiudono il meglio della qualità agroalimentare, paesaggistica, storico artistica ed intellettuale. E sono quelli che più spesso riescono ad attivare percorsi innovativi ed in grado di generare nuove e sane economie legate alla valorizzazione del territorio, come ci testimoniano le storie delle reti tra enti locali, privati ed associazioni della Vallesina, della Valle dell’Aso e della provincia di Macerata. Per questo dobbiamo credere e scommettere sulla bellezza e la forza territoriale di queste realtà, perché significherebbe investire sul futuro. Per rivitalizzare e rilanciare questi borghi, oltre a partire dalle esperienze locali, occorre definire politiche e strategie ad hoc, attraverso, ad esempio, progetti di rigenerazione urbana, di efficientamento energetico, di green economy e di turismo sostenibile per dare loro l’opportunità di rafforzarsi e continuare ad esprimere la loro grande forza”.

Nella giornata del 2 giugno a San Ginesio, a partire dalle ore 10.30, nell’incontro che si svolgerà presso il Chiostro Auditorium Storico, interverranno, tra gli altri, la presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni, il presidente della Commissione Ambiente alla Camera Ermete Realacci, l’assessore all’ambiente della Regione Marche Angelo Sciapichetti, il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri, il rappresentante del Mibact Paolo Piacentini, il coordinatori di Anci Piccoli Comuni Roberto De Angelis e la presidente di Legambiente Marche Francesca Pulcini. Alla mattinata seguiranno percorsi alla scoperta del territorio tra San Ginesio ad Amandola, dall’Abbadia di Fiastra a Urbisaglia, per chiudere infine la giornata nella piazza di Mogliano.

 

scarica su "Corriere Adriatico"