01-slide piccola

Forum-QualEnergia2014

Menowatt Ge ha partecipato al primo giorno di lavori della Conferenza nazionale annuale del Forum QualEnergia, organizzata da Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con Cobat. L'evento si articola in diversi incontri con esperti di settore, giornalisti specializzati e docenti universitari, e rappresenta un'occasione di confronto tra istituzioni, mondo della ricerca e aziende sui temi della sostenibilità e delle fonti rinnovabili.

Menowatt Ge è stata fra i relatori della terza sessione di mercoledì 26 novembre, con l'intervento dell'amministratore delegato Adriano Maroni alla tavola rotonda "La rivoluzione energetica in atto: opportunità per le imprese". L'edizione 2014, come si legge da sito dell'iniziativa, "ha carattere di Conferenza nazionale: un'occasione per stimolare un efficace dibattito, trovare soluzioni e fornire indicazioni agli operatori di settore".

 

Uncem PiemonteL'Uncem Piemonte promuove un'iniziativa per i 553 Comuni montani diretta alla riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione con interventi che portino in maniera uniforme innovazione tecnologica, efficienza e risparmio energetico, riduzione delle spese e attuazione di buone pratiche di sostenibilità ambientale.
Questo grazie a un protocollo d'intesa con Menowatt Ge a a soluzioni proposte basate sul Dibawatt®, in grado di fare efficienza e abbattere i consumi nella rete di pubblica illuminazione, creando le condizioni per ottenere una "rete intelligente" di pubblica illuminazione (Smart City).

 

partnership mani

Lepida, BT Enia Telecomunicazioni e Menowatt Ge insieme per la pubblica illuminazione intelligente

Il 2015 si è aperto con una nuova partnership di Menowatt Ge. L'unione di intenti con Lepida, BT Enia Telecomunicazioni è quella di sesibilizzare gli enti pubblici nella valutazione delle numerose opportunità messe a disposizione da progetti che coinvolgono la riqualificazione della pubblica illuminazione. A partire dai servizi Smart City connessi, possibili sia nelle grandi città che nei piccoli borghi.

Con le infrastrutture pubbliche già esistenti ma riqualificate sarà possibile:

  • fare efficienza e realizzare risparmio energetico;
  • contenere e razionalizzare le spese pubbliche (con progetti ESCo non si va contro il Patto di Stabilità)
  • creare valore con nuovi servizi ai cittadini (la Smart City per il cittadino europeo consapevole)
  • tutelare l'ambiente e creare buone pratiche: ogni aspetto deve essere sostenibile.

In Emilia Romagna, dove la cultura della "città intelligente" trova terreno fertile, la partnership si traduce in interventi di informazione e comunicazione per rendere più facile la consultazione di dati e casi studio con specifiche richieste infrastrutturali, energetiche ed economiche, trovando la risposta più idonea alle esigenze di ogni Comune.

seminario Monsummano Terme con Legambiente Toscana

Sono più di duemila i lampioni riqualificati dall'intervento di efficienza energetica promosso dal Comune di Monsummano Terme da poco concluso. In ogni punto luce è stato inserito l'alimentatore elettronico dimmerabile Dibawatt® che permetterà un abbattimento generale dei consumi pari al 44%, contro quello previsto prima dei lavori pari al 30%. 
Questo traguardo positivo è stato oggetto del seminario "Buone pratiche di green Smart City. Opportunità e casi concreti per le Amministrazioni Pubbliche" patrocinato dal Comune e organizzato il 25 marzo a Villa Renatico Martini, nel Museo di Arte Contemporanea e del Novecento.

L'iniziativa diretta agli amministratori pubblici e ai tecnici, con la presentazione del caso studio di Monsummano terme, è stata promossa da Legambiente Toscana. Al tavolo relatori, moderato dal Presidente di Legambiente Toscana Fausto Ferruzza, erano presenti il Vice Sindaco Buccellato e il Dirigente del Comune Antonio Pileggi. Per Menowatt Ge, che ha curato il progetto di efficientamento per il Comune di MOnsummano Terme, erano presenti il Presidente Francesco Ferrante e il Responsabile dei Rapporti istituzionali, Massimiliano Gula.

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso di cookie Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui .

  Accetto i Cookies da questo sito.