01-slide piccola

Logo Voler Bene allItaliaFacilitare la partecipazione attiva dei cittadini per il benessere e la felicità sociale, recuperare il patrimonio edilizio storico abbandonato e in situazione di degrado, ridare valore al bosco italiano, recuperare le terre incolte e coprire il digital divide, consentire la produzione e distribuzione locale di energia da fonti rinnovabili e l’efficientamento degli edifici, investire sui giovani e sui green jobs sono solo alcune delle azioni che andrebbero messe a sistema per costruire il riscatto di questi territori e contribuire allo sviluppo e alla valorizzazione dei borghi italiani. Per questo tante associazioni e comuni tra cui Legambiente e Bai hanno sottoscritto e promosso un appello che propone azioni concrete per migliorare la qualità della vita per i residenti e per i turisti, capace di affrontare e risolvere le criticità.

L’Appennino come luogo di elezione di un rinnovamento della qualità della vita nelle aree marginali e laboratorio di innovazione all’indomani dei tragici eventi sismici che hanno duramente colpito il centro Italia. Per dar voce ai tanti progetti di rilancio e all’impegno dei cittadini e associazioni, quest’anno AIGAE, l’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, in occasione di Voler Bene all’Italia promuove centinaia di camminate solidali per unire idealmente attraverso una lunga serie di passi, i territori dell’Appennino e dimostrare che è una terra affascinante dove si possono sviluppare mestieri green come quelli legati alla mobilità dolce e al turismo attivo.
Le passeggiate andranno anche a contribuire alla raccolta fondi “La Rinascita ha il Cuore Giovane”, promossa da Legambiente, Libera, Altromercato, Federparchi, Alleanza Cooperative Italiane Giovani, Alce Nero e Fondazione Symbola, con fondi destinati a sostenere i giovani che hanno deciso di restare dove sono nati, scommettendo sulle produzioni agricole, artigianali, sul commercio e sul turismo, sulle bellezze paesaggistiche.

Scarica brochure