01-slide piccola

L'illuminazione stradale, oltre a valorizzare l'aspetto estetico delle città, è fondamentale per la sicurezza urbana, sia in termini di prevenzione da incidenti automobilistici, assicurando un'adeguata visibilità a chi è alla guida nelle ore serali, sia perché aiuta a preservare da atti di micro-criminalità.

La sensazione di maggior sicurezza che i cittadini provano passeggiando lungo strade ben illuminate non è riconducibile solo al naturale senso di tranquillità che trasmette un luogo in cui l'ambiente circostante sia perfettamente visibile, ma anche al concreto collegamento tra scarsa illuminazione e criminalità nelle strade.
Un'indagine dell'Università di Cambridge condotta nel 2000 nelle città di Dudley e Stoke in Inghilterra, ha riportato che il tasso di criminalità è diminuito di circa il 40% a seguito di interventi di incremento dell'illuminazione, rispetto a una riduzione della criminalità in percentuali inferiori nelle aree di controllo.

 

E' dunque di fondamentale importanza per le amministrazioni assicurare un'illuminazione stradale adeguata non solo nelle strade funzionali agli spostamenti in auto, ma anche e in particolare in aree pedonali come parchi, piste ciclabili e parcheggi.

D'altro canto la soddisfazione di questa esigenza dovrebbe trovare un equilibrio con la crescente attenzione che i governi devono avere nei confronti del risparmio energetico e del rispetto dell'ambiente, come richiesto anche dalle direttive europee in materia (Direttiva EUP - 2005/32/CE), che invitano gli stati dell'Unione a realizzare con solerzia interventi finalizzati a un utilizzo efficiente e sostenibile dell'energia elettrica.

Da questo punto di vista il punto di partenza è proprio l'ottimizzazione degli impianti di illuminazione. La norma UNI 11248 del 2012 individua le misure applicabili per raggiungere un buon livello di efficienza nell'illuminazione stradale:

• analizzare puntualmente le caratteristiche di ogni luogo e di ogni area da irradiare, per approntare il sistema d'illuminazione più idoneo alle diverse zone;
• attivare il funzionamento degli impianti negli orari serali, evitandone l'uso in pieno giorno e limitandolo negli orari notturni solo a quando è necessario;
• dismettere le tecnologie obsolete ad alto consumo e sostituire con sistemi di illuminazione a risparmio energetico