01-slide piccola

Pescaglia
Hanno preso il via da alcuni giorni i lavori di conversione a led degli oltre 900 punti luce di Pescaglia.
Un’opera il cui valore si aggira su un milione e 100mila euro ma che sarà a costo zero per il Comune, visto
che l’intervento è interamente a carico di Menowatt Ge, società di cui Legambiente detiene una partecipazione
a testimonianza dell’impegno in campo green dell’azienda, cui l’amministrazione comunale ha affidato per 13 anni
il servizio di pubblica illuminazione.pdfPescaglia_al_via_lavori_di_conversione_a_led

Luccaindiretta.it – 20 ottobre 2017

LoSchermo.it – 20 ottobre 2017

LaGazzettadelSerchio.it – 20 ottobre 2017

Pescaglia2pdf10_21_17_La_Nazione_Lucca.pdf200.17 KB23/10/2017, 11:03

pdf10_22_17_Il_Tirreno_Lucca.pdf426.2 KB23/10/2017, 11:03

lungomare roseto abruzziROSETO - La Giunta comunale di Roseto con una presa d'atto ha approvato la proposta di un nuovo project-financing sull'illuminazione pubblica che presto verrà  sottoposta in Consiglio per la dichiarazione di pubblica utilità e per l'approvazione del relativo progetto di fattibilità.
[....]La proposta presentata al Comune prevede investimento di 2miliori e 479 mila euro interamente finanziato con apporto di capitale privato. La società proponente è a Menowatt Ge Spa con sede a Grottammare. Interventi proposti sono finalizzati alla riqualificazione e messa a norma di specifiche porzioni della rete di illuminazione pubblica quali: sostituzione dei corpi lampada degli impianti di illuminazione presenti[..]

pdfIl_Resto_Del_Carlino_Teramo

 pdfIl_Centro_Teramo

lungomare roseto abruzziROSETO - La Giunta comunale di Roseto con una presa d'atto ha approvato la proposta di un nuovo project-financing sull'illuminazione pubblica che presto verrà  sottoposta in Consiglio per la dichiarazione di pubblica utilità e per l'approvazione del relativo progetto di fattibilità.
[....]La proposta presentata al Comune prevede investimento di 2miliori e 479 mila euro interamente finanziato con apporto di capitale privato. La società proponente è a Menowatt Ge Spa con sede a Grottammare. Interventi proposti sono finalizzati alla riqualificazione e messa a norma di specifiche porzioni della rete di illuminazione pubblica quali: sostituzione dei corpi lampada degli impianti di illuminazione presenti[..]

pdfIl_Resto_Del_Carlino_Teramo

 pdfIl_Centro_Teramo_Teramo_03112017.pdf

Paulilatino img002Riqualificazione per il sistema di illuminazione: meno costi e più salvaguardia ambientale     di Maria Antonietta Cossu (ed.web de La Nuova ed.Oristano)

PAULILATINO. Ha fatto un decisivo balzo in avanti l’iter amministrativo che attraverso un accordo di project financing permetterà all’amministrazione comunale di mettere mano a tutto il sistema di illuminazione urbana. Una società marchigiana si è candidata per realizzare l’intervento di riqualificazione dell’infrastruttura, che sarà a totale carico dell’appaltatore. Dall’investimento milionario ci si attende di massimizzare l’efficienza dell’infrastruttura, di abbattere i consumi energetici e di ridurre l’inquinamento luminoso, obiettivi che hanno influito sul voto unanime con cui maggioranza e opposizione hanno licenziato il piano preliminare approdato in aula consiliare lunedì.

Nella proposta presentata dalla Menowatt di Grottammare è prevista la sostituzione dei lampioni fatiscenti e di 852 corpi illuminanti con lampade al led, il rifacimento dei quadri elettrici e degli armadi stradali. Inoltre saranno installati nuovi punti luce nell’area archeologica di Santa Cristina e nelle vie Doria, Solferino, Piemonte, Lucifero, Verdi, Brunelleschi, San Martino, IV Novembre.

L’impianto sarà dotato di sistemi di telecontrollo e di regolazione del flusso luminoso, ma non sarà l’unica infrastruttura tecnologicamente avanzata. Il progetto, infatti, contempla qualcosa di simile anche sulla rete idrica. Con il servizio di Smart metering, 1540 contatori saranno sostituiti con dispositivi digitali che consentiranno di monitorare i consumi idrici delle singole utenze e di rilevare eventuali perdite, condizione che permetterà di intervenire in tempo reale sulle disfunzioni della rete.

La cura d’urto sull’impianto d’illuminazione urbana sarà perfezionata con un progetto esecutivo. Il piano della Menowatt sarà poi messo a bando e, se in quella fase si faranno avanti nuovi candidati, l’ente locale potrà affidare l’intervento alla società che formulerà l’offerta ritenuta più vantaggiosa. In base alla proposta attualmente in campo l’amministrazione comunale dovrebbe pagare il canone alla società che eseguirà la manutenzione sugli impianti per diciassette anni con i soldi risparmiati grazie alla partnership. I costi sostenuti dall’ente locale per i consumi e la manutenzione

si aggirano intorno ai 102mila euro all’anno, una voce di spesa che verrebbe coperta per il 50 per cento dalla società appaltatrice e per il 15% da un’assicurazione.

Al pari di altri Comuni anche Paulilatino trova in quella indicata dall’Unione Europea anche la sua strada.pdfPaulilatino_risparmia_su_energia_pubblica.pdf

Allai-img001

Allai abbatte i consumi di illuminazione pubblica
Nuovo impianto in funzione

Ad Allai un impianto di illuminazione più efficiente, che annulla gli sprechi e consente di ridurre i consumi per una percentuale stimata del 66%. È il risultato dell’intervento di riqualificazione energetica voluto dall’amministrazione comunale e realizzato da Menowatt Ge, azienda attiva nella green economy.
L’intervento è stato realizzato sui 170 punti luce dell’impianto comunale. Il risparmio energetico è stato ottenuto grazie all’installazione di tecnologie Menowatt Ge che consentono di ottimizzare il funzionamento delle lampade di illuminazione esterna, gestendo in modo intelligente i bisogni energetici. Ipotizzando un periodo annuale di funzionamento pari a 4.200 ore, si stima che il consumo si ridurrà da 78mila KWh a 26mila KWh, con vantaggi anche dal punto di vista ambientale: il risparmio energetico equivale infatti a 30 tonnellate di CO2 l’anno non immesse nell’atmosfera.

“Un intervento che va nella direzione del rispetto ambientale e di una gestione responsabile delle casse comunali”, commenta il sindaco, Antonio Pili, “ il nuovo sistema consente di non disperdere energia e di abbassare notevolmente i consumi, recuperando l’investimento grazie ai risparmi in bolletta. Siamo intervenuti sull’esistente senza puntare a grossi stravolgimenti, ma guardando in primo luogo ai conti e all’efficacia degli interventi”.
“Oggi l’innovazione è vitale non solo nelle grandi città ma anche nei piccoli centri”, sottolinea Adriano Maroni, amministratore delegato dell’azienda Menowatt Ge, “dove questi nuovi sistemi sanno adattarsi alle esigenze di borghi e centri storici e contribuire ad uno sviluppo più razionale e più green”.

Martedì, 21 novembre 2017

pdfLa_Nuova_Sardegna_Allai_abbatte_i_consumi.pdf

pdfL'Unione_Sarda.pdf

pdfLA_NUOVA_Oristano.pdf

 

Grottammare Via marcheMenowatt interviene per installare un semaforo a chiamata a Grottammare

IERI sono iniziati i lavori per riattivare l'impianto semaforico sulla Statale, all'in crocio  con  via Marche, in  zona  Ischia. L'intervento prevede una spesa di 15mila euro. L'attività è stata affidata alla ditta Menowatt Ge. Si tratta dell'istallazione di semafori a chiamata, che dovranno facilitare l'attraversamento dei  pedoni. Una questione di sicurezza che è stata richiesta dagli abitanti della zona durante le tradizionali assemblee di quartiere. Ricordiamo che quell’incrocio fu già regolato da una serie di semafori e l’esperienza non fu affatto positiva tanto che, complice un guasto alla centralina di gestione, fu sospeso il funzionamento degli stessi. Ora i semafori verranno riattivati ma, assicura l’amministrazione, solo a chiamata per i pedoni.pdfRDC_Menowatt_interviene_a_Grottammare.pdf

GIARDINI NAXOS 1Dopo un anno si fanno i primi calcoli

GIARDINI NAXOS – Sistema Dibawatt fa risparmiare sui costi della pubblica illuminazione

Il Sistema Dibawatt installato sull’impianto di illuminazione pubblica del Comune ha compiuto un anno. A fare un bilancio sui risultati e sui risparmi ottenuti nei dodici mesi è il Vicesindaco Carmelo Giardina, assessore alle Politiche Energetiche il quale dice: “Il sistema Dibawatt, ad un anno dall’installazione sull’impianto dell’ illuminazione pubblica, ha prodotto un consistente risparmio economico alla cassa del Comune di Giardini Naxos.  Siamo lieti di comunicare alla cittadinanza che, in esito al controllo effettuato sui consumi dell’energia elettrica dell’impianto di illuminazione pubblica da marzo 2016 (data di completamento dell’impianto Dibawatt) a marzo 2017, si è rilevato un considerevole risparmio sui consumi e sui costi della pubblica illuminazione, in aderenza a quanto dichiarato nel 2015, durante la prima fase dei lavori. Come affermato dall’ufficio ragioneria, in esito alla verifica annuale effettuata sulle bollette prima (da marzo 2013 a marzo 2014) e dopo l’intervento Dibawatt, il consumo dell’energia si è ridotto di un valore pari a KWh 209.268, che tradotto in termini economici vale euro 131.623,21. I’importante risparmio sul consumo e sui costi si è ottenuto principalmente grazie all’uso di una nuova tecnologia, e senza alcun investimento da parte del Comune, installando su 1.748 pali dell’illuminazione pubblica un innovativo alimentatore elettronico (Dibawatt). Del risparmio annuo conseguito in bolletta, una parte verrà impiegato, per cinque anni, quale soluzione di finanziamento leasing, mentre la parte restante confluirà nelle casse comunali. Dopo i cinque anni di leasing, tutto il risparmio sarà a totale appannaggio del Comune, quindi l’investimento si pagherà in cinque anni esclusivamente col risparmio in bolletta. Siamo soddisfatti di questo investimento, il cui merito principale va al dirigente pro tempore dell’UTC che ha iniziato il progetto. Inoltre, desideriamo portare a conoscenza che tale soluzione, stiamo generando un contributo fattivo alle politiche ambientali (risparmio di tonnellate di CO2) e notevoli benefici immediati e duraturi sul bilancio comunale (con minori impegni sulla voce di spesa corrente per circa 15 anni).”  (Com. stampa) pdfGIARDINI_NAXOS_Sistema_Dibawatt_fa_risparmio

andrea bonfanti sindaco 6 pescaglialu

Pubblica illuminazione a led e pannelli fotovoltaici nelle scuole, Legambiente premia Pescaglia

Il sindaco Bonfanti: “Opere fortemente volute per dare un’impronta moderna al nostro territorio mettendo al centro il risparmio energetico e l’attenzione all’ambiente”

Pescaglia è uno dei tre Comuni in Toscana, assieme a Capalbio e a Montecatini Val di Cecina, che domani, venerdì 9 marzo, nella tappa di Grosseto del Treno Verde, sarà premiato da Legambiente per gli interventi sulla sostenibilità ambientale. L’associazione ambientalista, infatti, ha promosso la nuova illuminazione a led di Pescaglia e l’utilizzo delle energie rinnovabili nelle due scuole secondarie del territorio definendo le due opere “progetti innovativi sostenibili intrapresi nel campo dell’eco-compatibilità ambientale e riqualificazione energetica”.

Il sindaco Andrea Bonfanti esprime soddisfazione. “Si tratta di un riconoscimento a livello nazionale molto importante ed è eccezionale che vada ad un Comune delle nostre dimensioni e risorse finanziarie – sottolinea il primo cittadino – Abbiamo fortemente voluto le due opere per dare un’impronta moderna al nostro territorio mettendo al centro il risparmio energetico e l’attenzione all’ambiente. La sfida che siamo chiamati ad affrontare in quest’epoca è quella di ridurre l’impatto sulle risorse limitate della terra evitando gli sprechi e utilizzando le energie rinnovabili. I due interventi centrano questo obiettivo incrementando fra l’altro la qualità del servizio. C’è anche un valore aggiunto in questi due progetti, ossia che sono stati praticamente a costo zero per i cittadini. Siamo quindi contenti e orgogliosi di questo riconoscimento da parte di un’associazione storica del nostro Paese, che da 40 anni opera in favore dell’ambientalismo”.

A Pescaglia tutti i 900 punti luce, dotati di lampade di vecchia concezione ed energivore, sono stati sostituiti con lampade a led a basso consumo energetico. Inoltre è migliorata la sicurezza stradale perché il fascio luminoso consente meglio di distinguere gli oggetti. Il valore dell’intervento si aggira su un milione e 100 mila euro ma è a costo zero per il Comune, visto che l’opera è istata nteramente a carico di Menowatt Ge, cui l’Ente ha affidato per 13 anni il servizio di pubblica illuminazione.

Nelle scuole secondarie di Pescaglia e San Martino in Freddana sono stati installati pannelli fotovolatici.  Inoltre sono state collocate pompe di calore per la produzione di aria calda e sono stati sostituiti i corpi illuminanti di vecchio stampo con quelli nuovi a led. Attraverso il Fondo Kyoto messo a disposizione dal Ministero dell’ambiente, della tutela del territorio e del mare, l’amministrazione comunale ha potuto accedere a un finanziamento a tasso zero di 260 mila euro. L’intervento si autofinanzia con il risparmio energetico certificato e sarà generato un utile che sarà investito nel realizzare ulteriori lavori nelle scuole del territorio.

URL: Comunicato Stampa Comune di Pescaglia

pdfTra led e fotovoltaico Pescaglia è ecologica

pdfPescaglia, borgo «ambientalista». Ecco il premio di Legambiente 

CorrieredelVeneto 4ott17

La sperimentazione In viale XI Febbraio i lampioni diventano «smart» e rilevano decibel e inquinamento

 

BASSANO - Il 60 per cento di energia risparmiata e controlli in tempo reale di polveri sottili, elettrosmog e inquinamento acustico. I lampioni diventano «smart» a Bassano anche se si tratta solo di una sperimentazione avviata lo scorso maggio il Comune in quattro punti luce che, con l'applicazione di alcuni sofisticati sensori, sono diventati stazioni multifunzione. Si tratta di un test proposto a costo zero da una azienda marchigiana, Menowatt Ge, che ha posizionato quattro lampioni super tecnologia in viale XI Febbraio, di fronte al liceo Brocchi. Da alcuni anni, il Comune è alle prese con piani di ammodernamento ed efficientamento del sistema di illuminazione, ritenuto obsoleto. «In alcune zone abbiamo ancora le vecchie lampade a mercurio dai consumi e costi elevati - ammette Roberto Campagnolo, assessore alla Cura urbana -. Ogni anno si spendono oltre 700 mila euro per illuminare le strade e altrettanti per gli edifici pubblici. Per rinnovare oltre 7mila punti luce stradali, di 8.5oo complessivi, servirebbe un investimento di circa 5 milioni di euro. Contiamo di farlo a piccoli step, sulla base delle disponibilità economiche e dei contributi che intercettiamo». Nel frattempo, l'amministrazione ha testato la sperimentazione dei «punti illuminanti intelligenti» in grado di rilevare e trasmettere le informazioni di alcune situazioni ambientali. Dai dati elaborati, l'area interessata è risultata rumorosa nelle ore di punta, superando di 20 decibel la soglia di 56, mentre il livello di elettrosmog è abbondantemente sotto la soglia (1,5 sul massimo di 6), Anche la concentrazione delle Pm10 non preoccupa. «Solo in qualche giornata di fine maggio è salita, ma senza superare i limiti», dice Alessandro Fiorino della Menowatt. «Le possibilità che si aprono con la tecnologia sono moltissime - sottolinea Giorgio Strappazzon, referente del progetto Smart City nella Pedemontana - , questi sono solo alcuni dei risultati che può dare una città smart». (r.f.) pdf10_04_17_Corriere_del_Veneto.pdf

 

 

Vicenza Report Bassano la Smart City con i lampioni intelligenti

Bassano, la Smart City con i lampioni intelligenti

Bassano del Grappa – Ci sarà presto a Bassano un nuovo tipo di illuminazione pubblica che, oltre ad abbattere i consumi energetici, consentirà di controllare e gestire in tempo reale molti servizi. Lo si sta già sperimentando, dal mese di maggio, con quattro lampioni posizionati in viale 11 febbraio. Si tratta di un progetto sperimentale, realizzato dall’amministrazione comunale di Bassano con l’azienda Menowatt Ge, presentato questa mattina.

I lampioni, che sono punti luce a led di ultima generazione ad alta efficienza energetica, oltre a consentire un risparmio elettrico superiore al 60% possono diventare delle multifunzione e consentire la trasmissione in tempo reale di informazioni relative a molti servizi. A Bassano, ad esempio, sono stati usati per rilevare inquinamento acustico, livello di polveri sottili ed elettrosmog.

“Come Amministrazione – ha spiegato l’assessore alla cura urbana, Roberto Campagnolo, – abbiamo accettato di sviluppare una sperimentazione attraverso una operazione che per noi non è stata onerosa e riguarda un tema a cui teniamo molto. Ci interessava da un lato verificare questo tipo di sistema e dall’altro avere alcuni dati utili a verificare qual è, in questo momento, la qualità della vita nella nostra città in determinati settori e come possiamo agire per migliorarla. I dati sono nel complesso confortanti, ed ora faremo delle valutazioni su come procedere”.

“Le possibilità che si aprono quando si migliora la qualità della tecnologia sono moltissime – sottolinea Giorgio Strappazzon, referente del progetto Smart City nella Pedemontana – ed è importante fare vedere ai cittadini quali sono i risultati che si possono avere, per dare un’idea precisa di cosa significhi una città ‘smart’”.

“Si tratta di un nuovo concetto di pubblica illuminazione – ha aggiunto Alessandro Fiorino, direttore commerciale di Menowatt Ge spa – che per la prima volta integra efficienza energetica e nuove tecnologie per la città intelligente. A Bassano del Grappa abbiamo posizionato delle sentinelle che aiutano l’amministrazione comunale a tenere sotto controllo il territorio in tempo reale e di conseguenza a prendere decisioni in modo tempestivo e strutturale, per garantire confort e qualità della vita ai cittadini”. Leggi al link: Bassano, la Smart City con i lampioni intelligenti

 

 

Sensore Inquinamento Acustico CAx C prodotto da MenoWatt GE alimentato ad energia Solare Pannello Fotovoltaico MRWATTSmart City, Menowatt Ge sceglie MR WATT per alimentare i sensori acustici

Una della applicazioni più interessanti del pannello fotovoltaico firmato MR WATT riguarda il campo della Smart city e dello Smart metering, ovvero di quelle innovazioni che grazie alle tecnologie di rete favoriscono una gestione più sostenibile e razionale del territorio.
MENOWATT GE è una realtà d’eccellenza in questo settore, che ha trasformato il concetto di pubblica illuminazione facendo del punto luce un vero e proprio hub che riceve e trasmette informazioni.
Tra le opportunità offerte da questa tecnologia, c’è la possibilità di tenere monitorato il livello di inquinamento acustico: per questa funzione Menowatt Ge ha progettato e realizzato il sensore acustico CAx-C.
Il sensore CAx-C è un rilevatore di inquinamento acustico con modulo di comunicazione dei dati di metering in radiofrequenza: consente perciò di effettuare misurazioni sui livelli di pressione sonora dell’ambiente ad esso circostante e di inviare dati ad un centro di controllo dedicato che si occupa dell’elaborazione e della visualizzazione dei dati stessi. Il sensore CAx-C funziona ad energia solare: è infatti alimentato da una batteria che viene ricaricata grazie al pannello fotovoltaico di MR WATT
Il sensore CAx-C, al fine di un corretto utilizzo, va inserito in un’infrastruttura di rete omogenea operante nelle bande di frequenza 169MHz o 868MHz, essendo disponibile nella versione con protocollo LoRawan (CAL-C), Wireless-M-Bus 169 MHz (CAU-C) e Sigfox (CAS-C).

CA (AP) 18giu17

GROTTAMMARE Tutto a led il nuovo impianto di illuminazione del lungomare centro. E' partita in questi giorni la sostituzione dei lampioni stradali che interesseranno interamente il lungomare della Repubblica e una tratto del lungomare De Gasperi, fino alla rotatoria nei pressi del ponte Tesino. Il lavoro è eseguito dalla ditta Menowatt Ge, per conto di Enel Sole, e secondo il cronoprogramma dovrebbe terminare giovedì prossimo il primo stralcio, comprendente tutto il viale della Repubblica (piazza Kursaal - rotatoria via Ballestra), per poi ripartire a settembre con il secondo. Sarà un cantiere a due tempi quello che rinnoverà la pubblica illuminazione del viale marino: la seconda parte dell'opera (lungomare de Gasperi – rotatoria Tesino) verrà completata a settembre per non interferire con il traffico estivo.

pdfCorriereAdriatico (AP)

 

poggio a caiano poPoggio a Caiano (PO) Terminati i lavori a Poggio A Caiano.
Il sistema d'illuminazione pubblica Meridio illumina il territorio e contemporaneamente rileva
sia l'inquinamento acustico sia 201 utenze gas del distributore CENTRIA/ESTRA

RDC AP 18ott17
GROTTAMMARE

IN QUESTI giorni gli abitanti del centro di Grottammare, a zone alterne, non possono lasciare i mezzi parcheggiati lungo le strade per consentire i rilievi fotografici che vengono eseguiti dalla ditta Tecno Art di Ascoli Piceno. L'attività è iniziata ieri e proseguirà nei prossimi giorni. I divieti di sosta, via dopo via, vanno dalle ore 06 alle ore 07 e non ci possono essere veicoli parcheggiati perché creerebbero difficoltà alle apparecchiature impiegate per la mappa tura tridimensionale. Si tratta di un progetto che vede coinvolti il Comune di Grottammare, quello di Ascoli Piceno, la Tecno Art e la Menowatt. I tecnici eseguono rilievi con un mezzo a terra ed un drone dall'alto. Utilizzando un programma molto versatile, sperimentale, consente di controllare dall'Ufficio eventuali occupazioni di suolo pubblico abusivo, ampiezza di balconi, tetti e quant'altro può servire ai fini amministrativi e non solo. E' possibile anche monitorare la rete dei sotto servizi, ma questo particolare non è stato richiesto poiché piuttosto costoso .pdfRestodelCarlino_18 ottobre 2017

RDC 18giu17Partiti sul lungomare i lavori di sostituzione dei lampioni

SONO INIZIATI in questi giorni i lavori di sostituzione dei lampioni stradali che interesseranno interamente il lungomare della Repubblica e un tratto del lungomare De Gasperi, fino alla rotatoria nei pressi del Ponte Tesino. Sarà tutta illuminazione a led. L'attività è a cura dalla ditta Menowatt Ge, per conto di Enel Sole, stando al cronoprogramma, giovedì prossimo dovrebbe terminar il primo stralcio, comprendente tutto il viale della Repubblica (Piazza Kursaal - rotatoria via Ballestra), per poi ripartire a settembre con il secondo, su: lungomare De Gasperi - rotatoria Tesino.pdfil Resto del Carlino (AP).pdf

 

Baratili : Taglio netto alle bollette

IMG 20170606 WA0000

TECNOLOGIA PER IL RILANCIO DEI BORGHI, MENOWATT GE AL CONVEGNO DI LEGAMBIENTE

Intervento del nostro A.D. Adriano Maroni, alla presenza del Ministro Dario Franceschini , alla conferenza stampa di "Voler Bene all'Italia" svoltasi a Roma.

Municipio Baratili San Pietro
BARATILI - Illuminazione pubblica, taglio netto alle bollette .

«Realizzati 400 punti luce con un risparmio del 38% nei consumi».

Illuminazione più efficiente e bollette meno costose per le casse comunali. E il risultato dell'intervento di riqualificazione energetica voluto dall'amministrazione e realizzato da “Menowatt Ge”. Grazie alle tecnologie impiegate si prevede un risparmio del 38% nei consumi energetici.

«Finalmente potremo evitare sprechi - commenta il sindaco Renzo Murru - ed avere un più razionale utilizzo dell'energia grazie a soluzioni avanzate che consentiranno un risparmio nel corso degli anni». «I sistemi che sviluppiamo - dice Adriano Maroni dell'azienda Menowatt Ge- sono un supporto alle politiche di risparmio degli Enti locali. L'illuminazione rappresenta una delle voci più gravose nel bilancio e grazie a questi interventi, finanziati attraverso le risorse risparmiate in bolletta, è possibile abbattere i consumi ». In tutto sono stati realizzati 400 punti luce. Ipotizzando un periodo annuale di funzionamento pari a 4.200 ore, si stima che il consumo si ridurrà da 167mila Kwh a 103mila Kwh. (s.p.) (L’Unione sarda) pdfIlluminazione pubblica, taglio netto alle bollette (articolo)

Festa delle Ciliegie Roseto Capo Spulico
ROSETO - Si conclude oggi la due giorni dedicata alla Festa della Ciliegia, di cui ieri è stata inaugurata la quinta edizione. Roseto Capo Spulico ha un legame particolare con il frutto dal colore rosso cardinale, tanto che l'anno scorso le ciliegie coltivate nella cittadina guidata dal sindaco Rosanna Mazzia hanno portato a casa il premio di ciliegie più belle d'Italia. Non poteva mancare quindi la celebrazione, in continuità con le edizioni precedenti, della festa dedicata agli appassionati di questo ottimo frutto. Inaugurata ieri con un convegno coordinato dalla conduttrice televisiva Anna Aloi, a cui hanno partecipato il sindaco Mazzia, Giuseppe Nigro, assessore alle politiche agricole del comune Roseto, MauroD'Acri, consigliere regionale della Calabria delegato all'agricoltura, AlessandroMastrocinque, VicePresidente Nazionale Confederazione Italiana Agricoltori, Antonio Nicoletti, responsabile Nazionale Biodiversità Leganibiente, Saverio Massari della Menowatt Ge .... (a.ma. per il Quotidiano del Sud)

reader dc.jpgRoseto Capo Spulico - festa degli ciliegie

Municipio Baratili San Pietro
Illuminazione più efficiente e bollette meno costose per le casse comunali.

È il risultato dell'intervento di riqualificazione energetica voluto dall'amministrazione comunale.

Grazie alle tecnologie impiegate si prevede un risparmio del 38% nei consumi energetici.

"Finalmente potremo evitare sprechi - commenta il sindaco Renzo Murru - e avere un più razionale utilizzo dell'energia grazie a soluzioni avanzate che consentiranno un risparmio nel corso degli anni". In tutto sono stati realizzati 400 punti luce. Ipotizzando un periodo annuale di funzionamento pari a 4.200 ore, si stima che il consumo si ridurrà da 167mila Kwh a 103mila Kwh.

di Sara Pinna (L'UnioneSarda.it)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso di cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk